Eventi in corso

UN//PLUGGED

Fino al 3 maggio 2024
Letture, performance e musica a Palazzo.


PROSSIMI EVENTI IN PROGRAMMA

  • SALIERI, CHI SONO NEL MITO
    4 Aprile, ore 19.00
    Dramma alchemico di Teatrialchemici con Camillo Palmeri

L’immaginario collettivo è in genere la fucina del mito. E’ la fabbrica dove il mito continuamente si trasforma e si definisce nei tratti che lo rendono riconoscibile. Una volta che è nato, il mito diventa più tenace della storia, anzi spesso si sostituisce ad essa. I miti tuttavia non riguardano, diversamente da ciò che si pensa, la cultura dell’antichità. Essi possono caratterizzare anche epoche storiche più recenti: pensiamo alla figura storica di Vlad di Valacchia che, grazie a un celebre romanzo, diventa Dracula il vampiro oppure Miguel Manara di Siviglia che, attraverso un dramma teatrale, diventa Don Giovanni. La stessa sorte è toccata ad Antonio Salieri che, attraverso l’intreccio di una serie di coincidenze, arriva a noi non attraverso la fama di essere stato un illustre musicista del ‘700, ma attraverso il mito che lo vuole rivale e assassino di Mozart. Letteratura e cinema hanno attinto a piene mani a questo mito e, attraverso le parole di un contemporaneo come Friedrich Rochlitz, attraverso le testimonianze dei “quaderni di conversazione” di Beethoven, come attraverso le interpretazioni poetico/teatrali di Puskin e di Shaffer, Salieri ora ci ri-racconta lui stesso il suo stesso mito e la sua storia. Un Salieri che dall’“Allgemeines Krankenhaus” (“Ospedale generale”) di Vienna, in fin di vita, come nel dramma di Shaffer, si rivolge ai suoi posteri: a noi che siamo oggi il suo futuro e che, a nostra volta, guardiamo a lui come il nostro passato.

> Acquista online

  • SALIERI, CHI SONO DAVVERO
    11 Aprile, ore 19.00
    Conferenza spettacolo di e con Camillo Palmeri

Camillo Palmeri, dopo aver messo in scena il mito che vuole Salieri invidioso e crudele fino a spingere l’immaginario collettivo a crederlo addirittura l’assassino di Mozart, questa sera riabilita la sua figura aprendo l’orizzonte su chi quest’artista fosse realmente.

Prenotazione online

  • LA SANTUZZA TRA TERRA E CIELO
    24 Aprile, ore 19.00

La Santuzza Enigmatica: Presenza e Assenza. Un viaggio nella realtà spesso celata dietro il mito della patrona di Palermo, svelato dalla Professoressa Giovanna Fiume. La vera essenza di Rosalia e la sua trasformazione attraverso oltre sette secoli di storia.

> Ingresso libero a partecipazione gratuita fino ad esaurimento posti disponibili

 

  • SANTA ROSALIA, TRIUNFI CANTI E CUNTI
    26 Aprile, ore 19.00

Nella Palermo del passato, una giovane di rara bellezza, discendente della nobiltà di Carlo Magno, sceglie la via dell’eremitaggio sfidando le aspettative di una vita di agiatezza. Contraria ai desideri dei genitori che la vogliono sposa del Conte Baldovino, si rifugia nella preghiera, trovando conforto in un angelo che la guida verso la libertà. Ritiratasi sul Monte Pellegrino, diventa un faro di fede, attirando pellegrini. Dopo la sua morte in solitudine, si manifesta salvando Palermo dalla peste. Santificata, diventa patrona della città, celebrata ogni 14 luglio con devozione e gioia, perpetuando il suo legato di fede e miracoli.

> Prenota online 

 

  • LA SANTUZZA TRA TERRA E CIELO
    3 Maggio, ore 19.00
    Conferenza spettacolo di e con Giovanna Fiume

Già professoressa di storia moderna all’Università di Palermo, ha indagato numerosi aspetti della schiavitù mediterranea, con particolare riferimento alla mobilità forzata e volontaria, alle conversioni in cattività, alla costruzione del modello di santità nera e agli scambi tra culture religiose diverse, incrociando fonti giudiziarie, letterarie, iconografiche. Tra i suoi libri: Il Santo Moro. I processi di canonizzazione di Benedetto da Palermo (1594-1807) (Milano 20082); Mariti e pidocchi. Storia di un processo e di un aceto miracoloso (Roma 20082); Schiavitù mediterranee. Corsari, rinnegati e santi di età moderna (Milano 2009); La cacciata dei moriscos e la beatificazione di Juan de Ribera (Brescia 2014); Del Santo Uffizio in Sicilia e delle sue carceri (Roma 2021). Per l’Istituto della Enciclopedia Italiana nel 2022 ha curato, insieme a Cetta Brancato e Paola Maggio, il volume Non solo per amore. In memoria di Francesca Morvillo.

> Prenotazione online presto disponibile